Il nostro Team

IMG_20190918_171520.jpg
Dott.ssa Barbara Aresu

Psicologa-Psicoterapeuta

Sono una Psicologa iscritta all’albo degli Psicologi della Sardegna, laureata presso l'Università degli studi di Cagliari.

Durante gli anni universitari ho vinto la Borsa di studio Erasmus che mi ha permesso di frequentare il IV anno universitario presso l’Università di Salamanca (ES).

Ho svolto il tirocinio formativo annuale presso una clinica psichiatrica e contemporaneamente ho iniziato a lavorare nel campo dei minori e dell’invecchiamento, in questo periodo mi sono potuta occupare di tutte le fasi di vita dell’individuo nel campo della psicologia clinica.

Nel 2006 tramite la Borsa di studio in TIME ho trascorso un periodo formativo nell'ambito della psicologia del lavoro nel Galles e successivamente tramite Il Master and Back mi sono potuta formare nell'ambito dei disturbi alimentari presso l'Ospedale Marino di Cagliari.

Ho conseguito la specializzazione in Psicoterapia Cognitiva Costruttivista presso la scuola Atc di Cagliari, presso cui ora svolgo la funzione di Cootrainer.
Durante la specializzazione ho frequentato il tirocinio formativo in psicoterapia presso il Consultorio Familiare di Decimomannu. 
Già durante gli anni universitari è nato il mio interesse per i disturbi del neuro sviluppo, quali sindrome dello spettro autistico, Adhd, Dsa, ritardo cognitivo e patologie affini, lavorando in diversi contesti quali comunità per minori, scuole, cooperative e come libera professionista.

Dal 2013 svolgo la libera professione nell'ambito del trattamento dei disturbi del neurosviluppo e della psicoterapia dell’infanzia, dell’adolescenza e dell’età adulta.

Dal 2016 lavoro nell’ambito del progetto regionale “tutti a Iscol@” occupandomi di tutte le problematiche legate al mondo della scuola e quindi degli alunni, docenti e genitori.

Dalla laurea in poi, teatro principale del mio operato è stato il territorio della Trexenta, dove vi sono le mie origini, e collaborando con i servizi territoriali e le famiglie mi sono resa conto dell’immensa necessità per loro di essere prese in carico a 360°. 

Barby argiolas.jpg
Dott.ssa Barbara Argiolas

Psicologa-Psicoterapeuta

Sono una Psicologa Psicoterapeuta iscritta all’albo degli Psicologi della Sardegna con numero 2321. Mi laureo in Psicologia all'Università di Cagliari.

Durante gli studi lavoro in diverse comunità che si occupano di accoglienza e protezione di minori in difficoltà.

Dal 2011 al 2015 collaboro presso il Servizio di Tutela della Salute Mentale
e riabilitazione in età evolutiva
, dell’asl di Rieti, contemporaneamente frequento la Scuola di Psicoterapia Cognitiva (Apc-Spc) diretta dal Prof. Francesco Mancini.

In questo periodo mi sono interessata principalmente alla valutazione e al trattamento dei disturbi d’ansia nei bambini e negli adolescenti.

Durante l’ultimo anno di formazione collaboro presso l’ U.O.C di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, occupandomi della valutazione psicopatologica e neuropsicologica dei disturbi dell’età evolutiva, in particolare disturbi specifici dell’apprendimento, Stati Mentali a Rischio (UHR) e esordio psicotico e Sindrome da microdelezione del cromosoma 22 (22q11.2DS).

Nel frattempo avvio l’attività libero professionale come psicologa e Tutor DSA - BES con competenze specifiche nel supporto scolastico ai bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, Disturbi da Deficit di Attenzione e Iperattività e altre tipologie di Bisogno Educativo Speciale.

Mi formo presso l’Istituto Walden nel trattamento precoce dei disturbi dello spettro autistico mediante programmi di applied behavior analysis (aba-vb). Sono iscritta nel Registro Internazionale dei Tecnici ABA in Formazione consultabile su: http://www.assotaba.it/registrointernazionaledeitecniciaba.

Nel 2016 mi trasferisco nuovamente in Sardegna e inizio a lavorare come psicologa nelle scuole. Nello stesso anno realizzo il sogno di aprire insieme alle dott.sse Barbara Aresu e Daniela Aresu il centro di Psicologia, psicoterapia e servizi sociali, Il mondo del Piccolo Principe.

Daniela Aresu.jpg
Dott.ssa Daniela Aresu

Assistente sociale

Conseguo la laurea triennale in Servizio Sociale presso l’Università di Cagliari nel febbraio 2011, successivamente mi iscrivo al corso di laurea specialistica presso l’Università di Torino laureandomi nel novembre 2014.

Ancor prima di conseguire la laurea specialistica motivazioni personali mi portano a tornare in Sardegna e seppur prima non fossi tanto sicura di voler progettare la mia vita nella mia terra, in questo periodo, raggiungo la consapevolezza di voler crescere sia personalmente che professionalmente in questa bellissima isola e inizio a progettare perché ciò avvenga.

Subito dopo la laurea vengo assunta da una famiglia per badare ad un bambino con sindrome dello spettro autistico, la mia mancanza di conoscenza a riguardo e la consapevolezza che la sola buona volontà non fosse sufficiente mi ha portato a formarmi, e ho frequentato numerosi corsi di formazione tra cui anche un corso di perfezionamento dell'Università di Modena e di Reggio Emilia e il corso per diventare tecnico comportamentale; ancora oggi sono in continua formazione. Dopo circa un anno, nel 2016, fondo, con due psicoterapeute, lo studio de "Il Mondo del Piccolo Principe" nel frattempo lavoro come assistente sociale nell’area minori e famiglie presso il privato sociale e mi formo a riguardo specializzandomi in coordinazione genitoriale e family social coaching.

Ad oggi oltre all’attività mia privata lavoro come assistente sociale coordinando un’equipe integrata presso il centro per la famiglia del Plus Area Ovest della Sardegna.

La curiosità fa parte di me e continuo a formarmi e a cercare di crescere a 360 gradi.

Le nostre collaborazioni

IMG_20190530_160832.jpg
Dott.ssa Ilaria Sollai

Pedagogista

Il mio percorso professionale inizia subito dopo aver conseguito la Laurea in Scienze dell’educazione, nel 2003. In realtà però il cammino di maturazione personale che mi ha portato a scegliere una “professione di cura” (così chiamiamo il nostro lavoro tra colleghi) ha una lunga storia perché risale alla mia infanzia e poi si è consolidato durante l’adolescenza, periodo in cui io ho avuto la consapevolezza che nella mia vita, in un modo o nell’altro “mi sarei presa cura di qualcuno”.

Quel qualcuno ha cominciato a prendere forma durante il tirocinio universitario presso l’AIAS di Viale Poetto a Cagliari. In quel percorso ho avuto modo di approcciarmi alle innovative strategie educative basate sulla terapia occupazionale su adulti e minori disabili.

Subito dopo laureata ho iniziato a lavorare presso una comunità integrata che ospitava anziani non autosufficienti, pazienti affetti da demenza e malati psichiatrici. Un mondo variopinto e ricco di persone e personalità differenti. Da qui parte la spinta alla formazione nel mondo delle demenze e delle malattie psichiatriche.

Ma contemporaneamente la voglia di imparare, di crescere professionalmente e di mettermi in gioco su più fronti mi ha fatto entrare nell’ambito della disabilità dei minori. In particolare ho iniziato ad approfondire temi come il Disturbo dello Spettro autistico e la Sindrome di down lavorando a domicilio e in centro di aggregazione per minori.

Nel 2007 ho partecipato alla progettazione, realizzazione e gestione di un asilo nido. In questo contesto la mia formazione si è diretta verso il coordinamento pedagogico e la progettazione educativa nella prima infanzia. Grazie a questa esperienza ho avuto modo di conoscere diverse realtà fuori Sardegna che mi hanno insegnato a valorizzare il territorio dal quale provengo e a fare tesoro delle mie radici culturali.

In seguito ho lavorato a lungo in una Residenza Sanitaria come educatore professionale scoprendo così un altra realtà nell’ambito della cura: la malattia terminale e lo stato comatoso. Anche questo percorso mi ha arricchito professionalmente per i numerosi momenti di formazione e per la capacità di gestione e di elaborazione di strategie educative richieste costantemente; ma probabilmente qui ho imparato un aspetto che poi mi è tornato utile in tutto il mio lavoro: la gestione dell’Empatia! In un mare di sofferenza come sentirsi utili senza affogare nel dolore insieme al proprio assistito!

Negli ultimi anni mi sono poi interessata ad un altro argomento secondo me sempre più attuale che è quello dei minori affidatari o allontanati dalle famiglie di origine. Ho seguito quindi un percorso di formazione sulla gestione e conduzione di uno Spazio Neutro.

Ad oggi le mie passioni professionali convivono splendidamente tra “Il mondo del piccolo principe” dove continua l’esperienza formativa ( di recente ho partecipato al percorso per tecnico comportamentale ABA RBT ) e dove l’armonia tra colleghi e il rapporto umano con le famiglie assistite è di casa; e una comunità integrata per anziani in cui sperimento e mi aggiorno sulle strategie comportamentali nella gestione dei pazienti affetti da demenza.

Foto da Daniela🌸.jpg
Dott.ssa Marta Fanti

Psicologa-Psicoterapeuta

Mi chiamo Marta Fanti all’età di 12 anni decisi che sarei diventata una psicologa. Ero piccola e ancora non mi era del tutto chiaro quale sarebbe stato il mio futuro ma La curiosità e l’interesse per l’altro , la spinta ad avvicinarmi alla sofferenza delle persone per poterla in qualche modo alleviare mi portarono nel luglio 2004 a diventare la Dottoressa Marta Fanti. Subito dopo iniziai un tirocinio al Centro di Salute Mentale a Cagliari e li potei lavorare con pazienti psichiatrici. Fu una bella esperienza formativa e al termine di quel periodo nacque la convinzione che fosse importante il rispetto per la sofferenza e la fragilità dell’altro e che fosse necessario riuscire a preservare e a proteggere la dignità di ogni individuo.

Con il passare del tempo laurea non bastava e decisi di fare una scuola di specializzazione che mi avrebbe così permesso di prendermi cura dei pazienti per un pezzetto della loro vita. Quindi nel luglio del 2012 mi specializzai in Psicoterapia Sistemico relazionale (familiare).

Da quel momento iniziai la libera professione vedendo nel mio studio famiglie , coppie e singoli individui prevalentemente adulti. Contemporaneamente continuavo a formarmi e in quel periodo i miei interessi spaziavano dalla multiculturalità al mondo dell’affido e dell’adozione. Feci dei corsi organizzati dal’Ordine degli Psicologi sulla psicologia multiculturale e sulle famiglie accoglienti (affidatarie e adottive). Mi sperimentai anche nel campo della psicologia d’emergenza lavorando per 6 mesi nel Pronto Soccorso del San Giovanni di Dio a Cagliari. Fu un esperienza molto interessante e curativa pure per me perchè da quel momento superai la mia paura delle malattie. Intanto però la mia vita proseguiva e continuavo a fare esperienze professionali e personali. Nel luglio 2015 partii per una missione umanitaria in Madagascar per 40 giorni. Dovevo lavorare all’interno di una missione in cui c’era una scuola primaria e professionale. Ebbi la possibilità di conoscere un mondo totalmente differente dal mio ed entrai in contatto con persone tanto diverse da me a partire dalla cultura. Fu ovviamente una esperienza molto interessante ed arricchente ma fui profondamente colpita non tanto dalla povertà materiale ma da quella spirituale . Vidi uomini e donne talmente segnati dalla sofferenza e dalla privazione di ogni tipo da non riconoscere ne in se stessi ne nell’altro un minimo valore e da non intravedere una minima possibilità per il futuro. Fu complicato accettarlo e rispettarlo. Li iniziò a nascere dentro di me l’idea che se avessi davvero voluto aiutare qualcuno sarei dovuta intervenire durante l’infanzia . Aiutando il bambino a costruire delle competenze e rafforzare le sue risorse sarei riuscita ad aiutare il futuro adulto, avrei dato più possibilità all’adulto. Tornata dal Madagascar volevo lavorare con i bambini quindi approfondii le mie conoscenze e competenze e iniziai in una scuola materna. Ebbi modo di interagire con tanti bambini ma tra tutti amavo lavorare con i bimbi che mostravano qualche disabilità. Sapevo che per poter essere veramente d’aiuto per loro dovevo formarmi al meglio e così iniziai vari corsi sull’autismo in cui potevo acquisire conoscenze e competenze tecniche che potevo utilizzare nella terapia. L’ultimo corso fatto è proprio per tecnico comportamentale ABA RBT .Terminata la mia esperienza nella scuola materna ho iniziato a lavorare in una scuola superiore con ragazzi problematici ma soprattutto è iniziato il mio viaggio con il centro “il Mondo del piccolo principe” a Senorbì. Un centro in cui ogni bambino e adulto che entra è speciale . Qui ho la possibilità di dedicarmi ai bimbi in difficoltà ma anche alle loro famiglie. Tutto il nucleo familiare viene preso in carico e coinvolto in un percorso di crescita e cambiamento che ha come obiettivo il benessere (finchè possibile) dell’intero sistema familiare.

Foto da Daniela🌸
Dott.ssa Claudia Marras

Logopedista

Sono una logopedista iscritta al n. 50 dell’Albo Professionale dei Logopedisti, presso l’Ordine TSRM PSTRP di Cagliari-Oristano, e alla FLI (Federazione Logopedisti Italiani) con numero di matricola 9804; sono inoltre socia di ISAAC Italy, la Società Internazionale per la Comunicazione Aumentativa ed Alternativa. Nel 2011, subito dopo il diploma Scientifico-Tecnogico, presso l’IIS Einaudi di Senorbì, attratta dalle relazioni d’aiuto, ma con la voglia di conservare la scientificità nei miei studi, mi iscrivo al Corso di Laurea in Logopedia, presso l’Università degli Studi di Cagliari, in cui nel 2014 vengo proclamata Dottoressa, discutendo una tesi sul ruolo delle competenze metafonologiche nei Disturbi dell’Apprendimento. Durante la laurea triennale ho l’opportunità di sperimentare quotidianamente la professione del logopedista e imparare ad approcciarmi al paziente e alla sua famiglia, frequentando il tirocinio presso varie sedi: i reparti di Neuropsichiatria Infantile, Neuroriabilitazione, Audiofoniatria e Otorinolaringoiatria, della provincia di Cagliari, nonché in centri privati convenzionati ASL. Dopo qualche anno di lavoro, sento la necessità e l’urgenza di formarmi ancora, per aiutare nella maniera migliore possibile i miei pazienti che non hanno la possibilità di esprimersi attraverso i canali più comuni (voce, scrittura, linguaggio del corpo), mi iscrivo quindi all’università LUMSA di Roma, dove conseguo nel 2018 il Master di 1° livello in Comunicazione Aumentativa ed Alternativa. La CAA, riveste nel mio lavoro quotidiano un ruolo fondamentale, ancora poco conosciuta, ritengo sia l’unico mezzo che possa promuovere il diritto alla comunicazione delle persone con Bisogni Comunicativi Complessi, in modo da migliorare la loro qualità di vita. Dal 2014 ad oggi lavoro in libera professione a Senorbì, presso il Mondo del Piccolo Principe, e negli studi logopedici della Dott.ssa Eliana Lai a Cagliari ed Iglesias. Sono specializzata nei disturbi dell’età evolutiva e mi occupo dei seguenti ambiti:

- Disturbo dello spettro autistico

- Sindromi genetiche

- Disabilità intellettiva

- Paralisi Cerebrale Infantile

- Disturbi Specifici di Linguaggio (DSL) e disturbi di linguaggio secondari ad altre patologie

- Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)

- Squilibrio Muscolare Orofacciale (SMOF)

- Deglutizione disfunzionale - Riabilitazione post frenulectomia.

Nel mio lavoro svolgo regolarmente l’aggiornamento, tra l’altro obbligatorio, tramite il sistema ECM (Educazione Continua in Medicina), grazie al quale mi avvalgo dell’uso di strumenti e pratiche cliniche quali:

- La CAA

- Il metodo PROMPT

- Terapia a vibrazione locale con il Novafon

- Oral Motor Therapy